sala ristorante
logo barbagia ospitale completo.jpeg

Barbagia ospitale 

Trekking punta Lamarmora

Serra e code,  Is Meriagos, Arcu Gennargentu, Sa crista, Su sussiu, Ortu de is aragnos, luoghi e toponimi antichi che ci parlano di un territorio montano affascinante, fatto di rocce sporgenti, cime innevate,

 colonie di arbusti prostrati,  specie arboree millenarie e derelitte, folti boschi secolari.

 

 Una montagna apparentemente ostile, ma generosa di pascoli e legnatico, da sempre abitata e vissuta 

dall’uomo locale, il quale da secoli pratica in queste vallate diverse attività quali:  la pastorizia allo stato brado e la silvicoltura.     

 

 

Un trekking naturalistico di alto livello

 

 ed anche un approccio di tipo antropologico con un mondo antico ed una cultura pastorale residuale che ha ancora tanto da esprimere, soprattutto in termini di biodiversità alimentare.  Il sentiero si snoda lungo il fianco sud ovest del massiccio e sale verso le cime più alte della Sardegna. 

 

 La parte ascensionale ci si presenta ricca di sorgenti, da dove sgorga acqua fresca e cristallina, il tutto sotto possenti ontani che formano i caratteristici boschi a tunnel che animano il fianco del rilievo, altrimenti brulo. Ci accompagna lungo il percorso una vegetazione prostrata     composta da: ginepro nano, pruno prostrato, crespino dell’etna e piccole colonie di santolina, un tappeto di zafferano selvatico e profumata erba barona.

 

 

 

Un itinerario che si snoda sulle creste più alte del Gennargentu, 

siamo sul tetto della sardegna.

 

 

Punta Paulina,Arcu Gennargentu Su Sussiu  Punta Perdas Crapias e Punta Lamarmora. 

 

Eccoci sul punto più alto della Sardegna, il paesaggio si apre ai nostri piedi e spazia regalando emozioni. Sa costera, il supramonte, Il grighine monte Tonneri e tanti altri rilievi sono sotto i nostri occhi.  

 

 Un percorso ad anello che ci pemetterà l’approccio con un ecosistema molto interessante.

 Il sentiero inizia a quota 1200 e termina oltre i 1800.

 

 Un paesaggio decisamente montano, le foreste di ontano cosidette a corridoio,

 che accompagnano i ruscelli a valle. La magia del monte su sussiu, fatto di miloni di massi spaccati dal tempo.

 

 IL bosco millenario de s’ortu de is aragnos, dove circa 300 tassi ci riportano a l’era terziaria. 

Con un po di fortuna, aguzzando la vista capita spesso di scorgere il volo dell aquila reale

 ed il saltellio dei mufloni tra le roccie.

 

 

 

Difficoltà:    E

Tempo:   7 ore

Dislivello 600 m

 

Tariffe

  adulti                         Euro   35

  bambini                     Euro  25

 

 Guida + spuntino pranzo a sacco

 

 Ore 8.30  Arcu Tascusi  sp 7

 

monti del gennargentu

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lasciaci la tua mail e ti terremo informato su tutte le nostre attività.